Come vendere un cantiere residenziale in costruzione: consigli e strategie

Come vendere un cantiere residenziale in costruzione
Condividi

Vendere un cantiere immobiliare non è mai semplice, specialmente se si tratta di un progetto residenziale in costruzione. Il fatto di non avere l’immobile pronto, tangibile, risulta spesso un freno alla vendita. Per questo è opportuno mettere in pratica alcune strategie che trasformino questo punto debole in un vantaggio competitivo.

Come si vende un cantiere residenziale in costruzione?

Innanzitutto, bisogna partire da alcuni dati, da una panoramica più generale. È opportuno precisare come il Covid abbia stravolto anche il mercato immobiliare. I mesi di lockdown sono stati drammatici a livello di compravendita di immobili, con transazioni tra le più basse mai registrate. Ma già nei mesi estivi del 2020 è iniziata una ripresa, lenta ma costante, che sta dando i suoi frutti nel 2021. Il nuovo anno è iniziato seguendo il trend di quello precedente, portando ad una crescita continua nella ricerca delle nuove abitazioni.

In particolare, a livello di nuove costruzioni, il SuperBonus decretato dal governo ha portato ad un aumento del 400% dei nuovi cantieri, in risposta alla sempre più frequente domanda di nuove case. Perché tra gli effetti a medio-lungo termine della pandemia c’è anche il cambiamento delle abitudini e modalità abitative, che inevitabilmente richiedono case moderne. Ed è su questo che la vendita di un cantiere residenziale di nuova costruzione deve puntare. Vediamo come.

Vendere un cantiere residenziale in costruzione: puntare sulla tecnologia

Nuova costruzione significa novità, che a sua volta vuol dire sviluppo tecnologico. Un cantiere di nuova costruzione può contare su tecnologie moderne e avanzate sia in fase di realizzazione del progetto che dentro i singoli appartamenti. Fare affidamento sulle migliori tecnologie di costruzione e dare la possibilità di usufruire di una casa smart, renderanno il cantiere immobiliare più appetibile per il pubblico.

Un’altra tematica molto sentita a livello immobiliare, che le nuove costruzioni possono portare avanti come punto a favore, è quella della sostenibilità. I nuovi cantieri si caratterizzano per la proposta di abitazioni sostenibili, nelle modalità di costruzione e nelle proposte abitative. L’utilizzo di materiali ecologici, la scelta di impianti energetici a basso impatto ambientale, sono tutti fattori che devono emergere nella comunicazione del progetto.

Comunicare l’unicità del progetto immobiliare

Si arriva così a parlare di comunicazione immobiliare, il vero perno per la vendita stessa. A fare la differenza tra un cantiere e l’altro è spesso solo il modo di comunicarlo. I mezzi e i canali che vengono scelti, le tempistiche di comunicazione, la strategia che viene messa in atto. Il terzo punto è quello centrale: al settore immobiliare troppo spesso manca una strategia di comunicazione completa, che possa permettere di valorizzare il cantiere.

Da questo punto di vista la scelta migliore è quella di optare per una comunicazione integrata, che riesca a combinare online e offline. Il mattone rappresenta ancora un settore legato alla tradizione, che in ambito comunicativo significa carta stampata. Sarebbe quindi un errore abbandonare completamente il circuito giornalistico, che comunque riesce a raggiungere un target interessato e interessante, soprattutto a livello di investimenti immobiliari.

Ancor più deleterio, però, sarebbe non puntare sulla comunicazione online, come facciamo noi di The PropTech Company insieme al nostro partner ARvis.it con il servizio di adv online.

I media digitali hanno ampliato le possibilità di comunicare il settore immobiliare, specialmente per i cantieri in costruzione. Tra siti web immobiliari e profili social è possibile costruire una comunicazione in grado di raccontare il progetto passo dopo passo, accompagnando il pubblico durante tutto l’arco della realizzazione. Questo può far sì che il pubblico segua gli sviluppi del cantiere sin dall’inizio, divenendo partecipe del progetto stesso. Il grande vantaggio della comunicazione online è proprio quello del coinvolgimento, dell’interazione, che con l’offline risulta molto più difficile.

Non si vende solo il cantiere

Un errore che limita la vendita del cantiere immobiliare è quello di concentrarsi esclusivamente su di esso. La comunicazione del progetto non deve limitarsi alle case, con le classiche descrizioni da annuncio immobiliare standard. L’acquisto di una casa, specialmente se di nuova costruzione, non è qualcosa di materiale. Si tratta di una scelta emotiva e sentimentale. La comunicazione deve riuscire a far emergere questi aspetti passionali, facendo immaginare le persone all’interno della nuova abitazione.

Bisogna saper toccare le giuste corde, facendo leva anche sul contesto e sulla zona, non solo sull’immobile.

Altro punto fondamentale sono i materiali e i contenuti che si usano nella comunicazione. Come detto in apertura, un limite delle nuove costruzioni è quello di non essere tangibili. Le classiche piantine e planimetrie, per quanto indispensabili, non sono in grado di suscitare le giuste emozioni, di far immaginare alle persone come sarà la vita nella loro nuova casa. Per questo è necessario utilizzare render fotorealistici molto dettagliati, precisi da risultare delle vere e proprio fotografie. Un render ben eseguito è in grado di far immedesimare il potenziale acquirente all’interno della costruzione.  Questa immedesimazione e immaginazione è il primo passo per vendere il cantiere.


Condividi