Proptech e bioedilizia: le case del futuro sono ecosostenibili e smart

Case ecosostenibili costruite secondo i principi della bioedilizia
Condividi

La tematica ambientale è al centro del dibattito pubblico degli ultimi anni. L’idea di una svolta green attraversa discorsi politici, economici e sociali. Anche il settore immobiliare è al centro della questione, con un interesse crescente verso le cosiddette green house, le case ecosostenibili.

Il fenomeno Proptech ha proprio nel DNA un occhio di riguardo sull’argomento. L’applicazione della tecnologia digitale in materia immobiliare è orientata infatti verso un futuro smart e sostenibile. L’idea è quella di incentivare e migliorare le costruzioni secondo i principi della bioedilizia: materiali rinnovabili, alta efficienza energetica, minimo impatto ambientale.

Caratteristiche delle case ecosostenibili

Quando si parla di green house, si parla di abitazioni costruite secondo precisi criteri. La sostenibilità è un risultato che si raggiunge lungo l’intera fase di realizzazione dell’edificio, dalla progettazione alla costruzione. In primis c’è la scelta dei materiali. Sempre più comuni sono ad esempio le case in legno. Questa tipologia di abitazione presenta innumerevoli vantaggi: dai tempi di costruzione ridotti alla resistenza sismica, passando per le proprietà ignifughe e l’isolamento acustico.

Ma la sostenibilità riguarda anche gli aspetti più esterni, come per esempio i colori. Una casa davvero sostenibile è tinteggiata con vernici ad acqua biologiche, e rifinita con materiali atossici. C’è poi tutta la questione dell’efficienza energetica. Le case ecosostenibili sono dotate di impianti che minimizzano la dispersione ed il consumo di energia, aumentandone il rendimento. Questo significa che a parità di utilizzo, l’energia consumata sarà minore ed il risultato migliore, con un miglioramento tanto ambientale quanto economico, data la riduzione in bolletta. Alla certificazione energetica, con impianti di classe A, va ad aggiungersi l’utilizzo delle energie rinnovabili. Sono sempre più frequenti ed efficienti gli impianti fotovoltaici, per sfruttare la luce naturale e ridurre il consumo elettrico.

Green building: qualità della vita e certificazioni

Alle caratteristiche e ai benefici finora elencati bisogna aggiungerne un altro di fondamentale importanza. È dimostrato, infatti, come le case ecosostenibili siano artefici di un miglioramento della vita per chi le abita. Alcuni studi propongono le green house come delle Healthy Homes, ovvero delle case salutari. I materiali con cui sono costruite e realizzate, gli impianti di cui sono dotate, permettono un miglioramento dell’aria interna. La qualità dell’aria indoor diventa poi un fattore di benessere e comfort: vivere in una casa ecosostenibile e salutare migliora la qualità della vita.

Un edificio, per essere riconosciuto come sostenibile, va certificato come tale. Proprio per questo è nato il LEED (The Leadership in Energy and Environmental Design), principale punto di riferimento per valutare le costruzioni ambientalmente sostenibili. C’è una serie di criteri e di punteggi alla base della certificazione che tiene conto di numerosi fattori. Questo significa che non tutte le green house sono uguali. L’idea è proprio quella di incentivare alla costruzione di edifici, tanto residenziali quanto commerciali, che raggiungano posizioni sempre più alte nella scala dei certificati. Una competizione salutare i cui benefici sono umani e ambientali.

The PropTech Company: comunicare la sostenibilità

Uno dei principali problemi è, però, la comunicazione di questi progetti. Le case in legno, e più in generale le abitazioni ecosostenibili, sono considerate ancora una chimera. In verità sono una solida realtà: gran parte delle nuove costruzioni è improntata ai principi della bioedilizia. Il punto sta nel riuscire a comunicare in maniera efficace il progetto e la sua realizzazione.

Dato anche l’interesse sempre crescente per la tematica ambientale, diventa fondamentale studiare un piano di comunicazione integrata per trasmettere il messaggio più adatto ad intercettare utenti interessati. Tanto per i costruttori quanto per le agenzie immobiliari, la comunicazione deve essere una priorità. Nella presentazione e vendita del prodotto deve esserci un’attenzione minuziosa alla sua sostenibilità. Comunicare in maniera adeguata significa intercettare in anticipo potenziali clienti e proporre loro qualcosa a cui sono interessati. Non bisogna inoltre dimenticare che le case ecosostenibili hanno una durata maggiore e mantengono più a lungo il valore di mercato. Saper comunicare questo punto rappresenta sicuramente un incentivo all’investimento immobiliare.


Condividi