Ricerche immobiliari: quali sono i tagli più cercati a Roma?

ricerche immobiliari quali sono i tagli più cercati a roma
Condividi

La pandemia ha cambiato vite e abitudini, costringendo ad un periodo forzato in casa molto prolungato nel tempo. Questo ha portato ad un cambiamento nelle esigenze abitative, con conseguente ricerca di nuove soluzioni. Come sono cambiate le ricerche immobiliari a Roma? Quali sono le tipologie di abitazioni e i tagli più ricercati della Capitale?

Il mercato immobiliare romano, e più in generale italiano, è in netta ripresa. La ricerca Roma 2030” di Scenari Immobiliari” ne è la testimonianza. Questo ha portato ad un positivo fermento tanto nella ricerca quanto nella compravendita di case. Sia dal punto di vista residenziale che per gli investimenti, Roma è stata al centro delle ricerche immobiliari

Ricerche immobiliari a Roma

La capitale è una città sui generis, soprattutto per le dimensioni. Si tratta del comune più esteso d’Italia, addirittura la quinta città al mondo. È evidente, quindi, che il mercato immobiliare sia variegato e mobile. La ricerca della casa, così come prezzo e valore, variano a seconda della zona. E anche i desiderata degli acquirenti sono diversificati in base al contesto. La variazione del costo al metro quadro è la più disomogenea tra le principali città d’Italia.

A livello di investimenti, il centro storico rimane la zona più cercata, ma anche quella con il prezzo maggiore. Inoltre, questo sembra essere il momento migliore per acquistare casa a Roma: i prezzi sono ancora nella fase di calo dovuta al Covid, ma l’impennata è dietro l’angolo. Il mercato immobiliare di Roma è letteralmente in rampa di lancio, con una previsione di crescita del 15% nei prossimi anni. 

Per il residenziale, in netta crescita è l’interesse verso la zona Bologna e Policlinico, che offre un rapporto qualità – prezzi – servizi davvero invidiabile. Tra le più gettonate rimane sempre la zona EUR, capillare a livello di trasporti e ricca di uffici e sedi di imprese.

I tagli più cercati a Roma

Uno studio di Casa.it ha fatto il confronto tra il primo bimestre del 2021 rispetto a quello del 2020, quindi esattamente il periodo pre-pandemia. Si tratta di un lasso temporale interessante perché mette in luce come siano cambiate le priorità. 

La ricerca di case di grosse dimensioni, infatti, ha avuto un incremento del 19%. Una chiara risposta al lockdown e alle restrizioni, con il nuovo bisogno di avere spazi più ampi e magari ricavarsi un ambiente per lo smart working. In questo senso è da leggere l’aumento di interesse per il trilocale, con un +15% di volume di ricerca.

Il corso del 2021, con lo stabilizzarsi della situazione sanitaria e una rinnovata normalità, ha visto un nuovo cambiamento. È nettamente cresciuto l’interesse per i monolocali, sia in affitto (+23%) che in vendita (+243%). Sono aumentate le ricerche online per i bilocali (+52%) mentre è progressivamente calato l’interesse proprio per i trilocali.

Questi dati mostrano due aspetti. Da un lato dimostrano come non sia facile orientarsi nel mercato immobiliare di Roma. Dall’altro esibiscono tutta la sua vivacità, un segno di ripresa e di speranza anche per il futuro.

Monolocale in vendita a Roma: i dati

Per approfondire questi dati, ARvis.it srl Agenzia SEO di Roma e Milano ha condotto uno studio di settore per valutare nel dettaglio i volumi di ricerca per i singoli tagli immobiliari. Da questa ricerca è emerso che l’abitazione in vendita più cercata online a Roma è il monolocale. L’andamento delle ricerche online è molto interessante e significativo dei cambiamenti delle esigenze abitative.

Il minimo volume si è infatti registrato tra marzo e aprile 2020, in piena pandemia covid, con le compravendite immobilizzate e il desiderio di maggiori spazi abitativi causato dalle restrizioni. Il picco massimo è invece stato raggiunto a settembre 2021, dopo un periodo di costante crescita, a segnalare un rinnovato interesse per questa abitazione. Il confronto dettagliato recita 2030 ricerche mensili contro le oltre 3500, rispettivamente per marzo 2020 e settembre 2021.

Attico in vendita a Roma

La seconda tipologia abitativa più cercata a Roma è l’attico. La ricerca di attici, un taglio per definizione esclusivo e pregiato, conferma Roma come città ideale per gli investimenti immobiliari di lusso, con un mercato sempre attivo e vivace.

L’andamento delle ricerche per questo taglio è però diverso rispetto al precedente. Si tratta di una abitazione ricercata in maniera più ondivaga, con picchi e apici che si alternano senza trovare un punto di equilibrio. Ad aprile 2020 le ricerche erano superiori alle 3000 al mese, mentre tra luglio e agosto inferiori alle 2000. Ora il volume di traffico è in ripresa, dopo il minimo toccato nell’agosto 2021 con 1700 ricerche mensili. L’ascesa sembra destinata a proseguire, rendendo l’attico un taglio molto interessante e appetibile sul mercato.

Ricerche online per bilocale in vendita a Roma

La crescita di interesse per i bilocali in vendita a Roma in questo 2021 riportata da Casa.it è certificata anche dallo studio di settore di ARvis.it srl. Tra gennaio e maggio c’è stata, infatti, una costante ascesa, che ha portato il volume di traffico a 1500 ricerche mensili. Nello stesso periodo dell’anno precedente c’era stata una discesa che ha portato l’interesse a meno della metà delle ricerche al mese.

Si tratta di un taglio sicuramente meno cercato rispetto a monolocali e attici ma comunque molto interessante. Il bilocale è l’appartamento residenziale per antonomasia che costituisce spesso una fase di passaggio nell’indipendenza abitativa. Una giovane coppia senza figli o un giovane lavoratore sono molto interessati a questa abitazione ma più per l’affitto che per l’acquisto. Rimane comunque una casa al centro del mercato immobiliare di Roma, come testimoniato dalla crescita di ricerche negli ultimi mesi del 2021.

Cercare casa online

Il trend è ormai segnato: la ricerca della casa si è spostata su Internet. Come dimostrano alcuni studi, nel 2020 la ricerca delle case online è aumentata del 34% rispetto al 2019. Un numero sicuramente influenzato dalla pandemia, che però trova conferma anche nell’anno corrente. Nel primo trimestre del 2021, infatti, la compravendita immobiliare ha registrato un incremento del 39%.

È dunque evidente come le tendenze del mercato immobiliare si possano intercettare su Internet. Questi dati devono servire come guida soprattutto a costruttori e agenzie, per capire come orientarsi nei loro progetti e nei lavori del futuro. Riuscire ad individuare le richieste, comprese quelle nascoste, dei potenziali clienti garantisce un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza. Monitorare i dati delle ricerche immobiliari, specialmente quelle online, sarà fondamentale per gli operatori del settore immobiliare del futuro.


Condividi