Vendere un immobile residenziale di nuova costruzione: quanto tempo serve?

vendere un immobile residenziale quanto tempo
Condividi

Per chi opera nel mercato immobiliare, una delle domande più frequenti è: quanto tempo serve per vendere un immobile? Domanda difficile già di per sé, che si complica ulteriormente quando si tratta di un cantiere di nuova costruzione.

La prima cosa da chiarire è che non esiste una risposta standard a tale questione. Sono tante le variabili da considerare, a cui ovviamente si aggiungono tutti gli imprevisti del caso. Ma non è soltanto una questione di caratteristiche tecniche del cantiere e del progetto, o di disponibilità finanziaria di eventuali acquirenti. In questo frangente entra in gioco anche la parte emotiva e sentimentale: l’acquisto di una casa è passionale, trainato da emozioni che non si possono programmare né anticipare.

Restando nel campo di ciò che è controllabile e valutabile, bisogna cercare di capire quali siano gli elementi in grado di prevedere quanto tempo sarà necessario a vendere un immobile residenziale di nuova costruzione.

I dati della compravendita immobiliare con il Covid

Gli studi incrociati dell’Osservatorio Nomisma e dell’Ufficio Studi Tecnocasa hanno portato alla luce dati molto interessanti. Nei primi mesi del 2020 si era registrato il miglior tempo di vendita di un immobile, con una media di 109 giorni . Si tratta del miglior risultato dell’ultimo decennio, frutto di una progressione iniziata nel 2012 (dopo la crisi del 2008 il tempo medio era di 184 giorni). Chiaramente il Covid ha fermato, e quindi allungato, i tempi. Allo stesso tempo, dopo il lockdown primaverile c’è stata una grande ricerca di nuove abitazioni, più adatte alle nuove esigenze abitative che la pandemia aveva evidenziato. Nei primi mesi del 2021 le tempistiche si stanno stabilizzando. Le previsioni stimano come media nel tempo di vendita circa 119 giorni. Un ottimo risultato vista comunque l’incertezza di mercato in cui ancora versa il settore immobiliare.

Un importante input alla vendita di immobili di nuova costruzione è stata portata dai portali immobiliari online. Il tempo medio di un annuncio su queste piattaforme è stato stimato tra i 6 e gli 8 mesi. Se ci si affida ad un’agenzia le tempistiche diminuiscono di circa due mesi, andando quindi a convergere con i dati riportati sopra.

Fattori da considerare per vendere un immobile residenziale di nuova costruzione

Alla luce dei dati statistici, per capire come e in quanto tempo vendere un immobile bisogna tenere conto di elementi strutturali e caratteristiche generali. Sicuramente c’è la situazione di mercato, con le sue oscillazioni, dettate anche dalla liquidità disponibile, dall’apertura delle banche ai mutui, dai bonus governativi. Di pari passo con il mercato c’è il prezzo, sul quale i dati riportano una trattativa di scontistica che varia dal 5 al 20 %.

Arrivano poi le caratteristiche generali e tecniche del progetto. La città e ancora più in particolare la zona sono fattori determinanti da questo punto di vista. Le metropoli più veloci sono Milano e Bologna, considerate importanti città tanto universitarie quanto lavorative. I poli industriali e le località turistiche mantengono una certa attrattiva e dinamicità, che accelera i tempi di vendita.

Bisogna poi considerare la tipologia di immobile. I tagli più richiesti sono, solitamente, bilocali e trilocali. La pandemia ha portato alla ricerca di abitazioni più spaziose, spesso con aree verdi comprese o nelle immediate vicinanze. I tempi sono più lunghi nei casi delle villette a schiera e, come facilmente intuibile, per le residenze di lusso e di prestigio.


Condividi