Facebook è il social network ideale per il settore immobiliare

Condividi

Facebook è per il settore immobiliare un canale imprescindibile. Scopriamo il perché!

Gli operatori del settore immobiliare sono sempre più digital. Qual è il canale online più utilizzato? La risposta è semplice: Facebook. È davvero fondamentale per un costruttore o un’agenzia immobiliare essere presenti sui social network? E più nel dettaglio, è possibile comprare e vendere casa su Facebook? La risposta è sempre sì.

Per capire al meglio il discorso bisogna lasciar parlare i dati, perché si sa, i numeri non mentono mai. Poi ovviamente vanno interpretati, analizzati e contestualizzati, ma danno sin da subito un’idea della situazione. Facebook è il social network con più utenti: si registrano oltre 2,6 miliardi di iscritti nel mondo. Di questi il 65% ha età inferiore ai 35 anni, dunque la fascia d’età più interessata a comprare una casa. E soprattutto il 96% dei visitatori utilizza Facebook da dispositivi mobili, quindi smartphone e tablet con le rispettive applicazioni.

E l’Italia? Il Belpaese conta 38 milioni di utenti, praticamente più della metà della popolazione! Solo questi numeri dovrebbero restituire l’importanza di Facebook per un operatore del settore immobiliare. E se questo non dovesse essere sufficiente, ecco altre 3 ottime ragioni.

1. Facebook immobiliare: presenza e visibilità online

Facebook è un social network: serve a fare rete e rimanere collegati con i propri contatti. Ma è anche un mezzo di comunicazione, un canale che aziende e persone utilizzano per condividere i propri contenuti. Sotto tanti punti di vista Facebook è quasi un motore di ricerca! Infatti, quando si conosce una persona o si vuole reperire qualche informazione su un’azienda, una notizia su un argomento, una delle prime azioni è quella di cercare il profilo o la pagina su Facebook!

Questo vuol dire che avere una pagina aziendale su Facebook è fondamentale. Si potrebbe quasi dire, senza esagerare, che si tratta del passaggio immediatamente successivo alla costituzione dell’attività stessa. Senza presenza online, che passa ovviamente anche da altri canali come il sito web immobiliare, l’azienda non esiste. Le persone oggi cercano le informazioni su internet, ed è quindi in rete che bisogna farsi trovare. Creare una Pagina Facebook per la propria agenzia immobiliare, la propria impresa o il proprio cantiere, significa offrire un immediato biglietto da visita agli utenti. Nella Pagina è possibile mettere le informazioni di base, come indirizzo e orari, contatti telefonici e l’e-mail, ma anche una breve descrizione e un link al proprio sito.

2. Pubblicità immobiliare su Facebook: adv, pixel e remarketing

Di fatto la pagina Facebook costituisce la presentazione della società agli utenti. Ed è per questo che va costantemente aggiornata, con contenuti sempre nuovi e coinvolgenti. Avere un piano editoriale ben preciso, con un calendario da rispettare e una linea da seguire è il miglior modo per non farsi trovare impreparati e avere sempre qualcosa da raccontare ai propri visitatori. Bisogna però dire che l’algoritmo di Facebook è spesso imprevedibile, e i contenuti organici riscontrano sempre minor successo. Il motivo è in realtà molto semplice: Facebook è una Società per Azioni, e ovviamente il suo obiettivo è quello di raccogliere introiti con la pubblicità. Questo vuol dire che pubblicare su Facebook senza fare attività pubblicitarie è inutile? No, anzi i contenuti organici servono da base proprio per le campagne e le inserzioni, finalizzate al coinvolgimento degli utenti.

Allo stesso tempo curare un’adv immobiliare su Facebook in maniera strategica è molto vantaggioso ai fini della vendita. Il social creato da Mark Zuckerberg offre molte soluzioni da questo punto di vista. Innanzitutto, è possibile operare una targetizzazione dettagliata, tanto a livello demografico quanto di interessi. Questo permette di effettuare una scrematura importante del pubblico, andando a raggiungere solo persone potenzialmente interessate. Poi, con il pixel di Facebook, è possibile creare delle vere e proprie azioni di remarketing. In altre parole, il pixel funziona come strumento di tracciamento che raccoglie i dati delle persone che visitano il sito web. A quel punto sarà possibile mostrare loro, su Facebook, un contenuto della propria attività, in quanto persone che hanno già mostrato interesse. Un modo efficace e funzionale di raggiungere le persone giuste al momento giusto. Ecco perché la pubblicità immobiliare sui social è davvero fondamentale.

3. Comprare e vendere casa su Facebook: lead generation

Arrivati a questo punto bisogna però specificare una cosa molto importante: Facebook non è un portale di annunci immobiliari. Questo significa che non può essere utilizzato come semplice vetrina in cui mettere in mostra i propri prodotti, le case in questo caso. Perché sarebbe una mossa controproducente, in quanto non attirerebbe l’attenzione degli utenti né li coinvolgerebbe, entrambe azioni fondamentali su un social network.

Cosa dovrebbe pubblicare allora su Facebook un operatore del settore immobiliare?

Semplicemente dovrebbe raccontare delle storie, per esaltare il lavoro e soprattutto il lato umano che c’è dietro di esso. È importante che i post siano coinvolgenti, in modo che la gente possa interagire con essi e sia invogliata a visitare la pagina.

Solo così le inserzioni avranno effetto. E solo così sarà possibile raccogliere potenziali clienti di qualità, che è la vera finalità dell’attività pubblicitaria su Facebook. Prima si costruisce una brand awareness. In seguito, si effettua la cosiddetta lead generation, l’attività pubblicitaria volta a raccogliere lead. Ma come detto questo è l’ultimo passaggio, perché solo a seguito di strategie di marketing che uniscono attività organica e inserzioni secondo un preciso piano sarà possibile attirare potenziali clienti di qualità.


Condividi