Case in vendita in Italia: quali sono le più cercate online? Bilocali a Milano, attico a Roma e monolocale a Napoli

case in vendita in italia
Condividi

La ricerca di una nuova abitazione si è spostata su Internet: ma quali sono le case in vendita in Italia più cercate online? Uno studio di settore sulle principali città italiane condotto da ARvis.it, agenzia SEO con sedi a Roma e Milano, permette un focus e un confronto che aprono ad una panoramica di carattere nazionale.

Guardare i semplici numeri non basta: come sempre le cifre da sole non parlano! È necessario approfondire il significato dei dati e le statistiche che gli strumenti digitali ci mettono a disposizione. Una lettura attenta delle ricerche immobiliari online ci fa capire come la pandemia abbia cambiato non solo le esigenze abitative ma anche il modo di cercare casa.

Al contrario di quanto si potrebbe pensare, la pandemia non ha bloccato il mercato immobiliare, però lo ha trasformato. Il settore immobiliare è uscito profondamente cambiato dal lockdown e dalle restrizioni causate dal COVID. Il processo di digitalizzazione che stava lentamente avvenendo ha subìto una forte accelerata, e ora Internet è il nuovo punto di riferimento per agenzie, costruttori, broker e tutti coloro che cercano casa.

Case in vendita in Italia: le più cercate online

In questo senso è interessante capire quali siano i tagli di appartamento più cercati online in Italia. ARvis.it ha incrociato i dati di alcuni dei tools più rinomati per le ricerche online con i dati delle parole chiave forniti direttamente dalla piattaforma Google ads per intercettare tutte le query correlate alle tipologie di case in vendita nelle principali città Italiane. Ha ottenuto così volumi di ricerca e previsioni di mercato su determinate parole chiave e sulle ricerche ad esse correlate. Così è possibile avere una visione d’insieme delle ricerche immobiliari online legate alla vendita.

L’obiettivo è duplice. In primis capire le differenze tra le varie città e disegnare così un quadro nazionale, che comprende i trend di ricerca del settore e fa quindi capire cosa cresce e cosa decresce. In seguito, non fermarsi ai numeri e ai grafici ma capire le motivazioni dietro a queste ricerche online e i possibili nuovi trend. In questo modo, per tutti gli operatori del settore, è possibile avere un vantaggio competitivo, sia a livello locale che su scala nazionale. Poiché il mercato immobiliare si è digitalizzato, saper leggere, interpretare e anticipare le ricerche immobiliari online diventa essenziale.

Gli appartamenti più cercati a Milano: il bilocale continua a crescere anno dopo anno

Quando si parla di mercato immobiliare in Italia si pensa immediatamente a Milano. Sia nel residenziale che nel commerciale che per quanto riguarda gli investimenti, il capoluogo lombardo guida il settore immobiliare in Italia. Nonostante un mercato dinamico e di respiro internazionale, la pandemia ha influito anche su Milano dal punto di vista immobiliare. Quali sono gli appartamenti più cercati a Milano?

La casa più cercata online a Milano era e rimane il bilocale, e l’andamento delle ricerche è paradigmatico per leggere l’impatto del COVID sul mattone. Se a febbraio 2020 il volume di ricerca per le query relative e correlate a bilocale in vendita a Milano superavano 7.500, tra marzo e maggio c’è stato un crollo fino a query inferiori alle 3.500 mensili. La ripresa è stata lenta e altalenante, condizionata dall’incertezza provocata dalle nuove ondate e dal rischio di nuove restrizioni. Il nuovo picco si è toccato a gennaio 2021 con oltre 8.200 query mensili.

Lo stesso andamento è individuabile per il trilocale, che si posiziona come seconda casa più cercata online a Milano. La distanza è comunque notevole, poiché il bilocale mantiene un livello di ricerca quasi doppio rispetto al trilocale. Questa tipologia di appartamento si aggira mediamente intorno alle 4.000 query mensili per la vendita.

È interessante notare come entrambi questi tagli abbiano subito un brusco calo anche a fine estate 2021, toccando i punti più bassi di ricerca online ad agosto. Questo perché l’estate non è un momento propizio per l’immobiliare a Milano, soprattutto lato vendite. Sono infatti nettamente più alti i volumi di ricerca per l’affitto, specie tagli piccoli come il monolocale, cercato soprattutto con l’avvicinarsi del nuovo anno accademico.

Ricerche immobiliari online a Trieste: andamento altalenante

Trieste è una delle principali città del Nord-Est Italia. Il capoluogo del Friuli-Venezia Giulia è interessante dal punto di vista immobiliare perché accoglie ricerche e interessi da parte di pubblici differenziati. Trieste ha un forte fascino turistico ma è anche un importante polo universitario, e mantiene un carattere forte anche dal punto di vista residenziale, diventando così interessante per gli investimenti.

Qui la pandemia ha avuto un effetto drastico sul mercato immobiliare. A febbraio 2020 il taglio più ricercato era il quadrilocale. Questa tipologia di appartamento ha visto un calo vertiginoso nei primi mesi di lockdown, successivamente una forte impennata e poi un nuovo calo. Come interpretare questa situazione? Sicuramente durante le restrizioni c’è stato un abbassamento nelle ricerche immobiliari in generale, a cui è seguito un nuovo interesse per il quadrilocale in quanto casa spaziosa dopo i mesi del lockdown. Le incertezze portate dalla seconda ondata e da una situazione sanitaria non ancora stabile hanno fatto sì che questo taglio venisse cercato sempre meno.

Una situazione molto particolare è quella relativa al bilocale. Questo appartamento vede le ricerche relative ad affitto e vendita andare di pari passo. Solo tra ottobre 2020 e maggio 2021 le query correlate alla vendita hanno registrato maggior volume di ricerca rispetto all’affitto. Questo può essere dovuto ai primi bonus e fondi per l’immobiliare stanziati dal governo che hanno fatto crescere l’interesse verso l’acquisto.

Andamento mercato immobiliare Bologna: un grande fermento

Città strategica e snodo tra Nord e Sud Italia, Bologna rappresenta un centro di grande interesse e attenzione per il mercato immobiliare. È una città dinamica e in continua evoluzione, con una forte impronta universitaria a cambiarne costantemente i contorni.

Analizzando l’andamento del mercato immobiliare a Bologna, si nota che la casa più cercata su Internet per la vendita è il bilocale. Il volume di ricerca massimo è stato registrato a febbraio 2021, con 2.000 query mensili, ben 500 in più rispetto all’anno precedente. Questo aumento è sicuramente dettato da un desiderio di casa di proprietà crescente: avere un’abitazione di proprietà conferisce sicurezza e stabilità, elementi fortemente voluti in un periodo incerto come quello segnato dal COVID.

COVID che ha portato ad un calo altalenante per il trilocale e ad un aumento per l’attico. Il trilocale ha visto crollare le ricerche online sotto le 400 query mensili a maggio 2020. Ha toccato un nuovo apice a febbraio 2021 superando le 1.000 ricerche in un mese per poi calare di nuovo verso l’estate. L’attico, invece, ha registrato una crescita che l’ha portato a superare le 600 query mensili a marzo 2021.

Ricerche immobiliari: quali sono i tagli più cercati a Roma? Incredibilmente l’attico fa da padrone

Dopo Milano e Bologna, il terzo grande riferimento per il mercato immobiliare in Italia è Roma. La Capitale mette in mostra un comportamento sui generis, con logiche di mercato e dinamiche peculiari e difficilmente comparabili. Dall’estensione della città alla sua storia, passando per un ventaglio di prezzi che varia dai 3.000 agli oltre 10.000€ al mq, Roma non smette mai di stupire anche dal punto di vista delle ricerche immobiliari.

L’attico è la casa con il maggior volume di ricerche online relativa alla vendita. Il picco è stato registrato a marzo 2021, con oltre 2.800 query. L’attico in vendita a Roma interessa sia l’investimento che l’acquisto immobiliare di lusso, un mercato che non conosce pause. Infatti, anche durante la pandemia il calo è stato contenuto, passando dalle 1.400 ricerche di gennaio alle 1.100 di marzo, per poi tornare a salire con l’allentarsi delle restrizioni.

Il secondo appartamento più presente nelle ricerche online è il monolocale, che si potrebbe collocare come l’esatto opposto rispetto all’attico. È il doppio volto del mercato immobiliare romano, che con i suoi prezzi sopra la media nazionale e il suo respiro internazionale, non conosce vie di mezzo. Il monolocale in vendita è il taglio ricercato dagli studenti, dai giovani lavoratori e da tutti coloro che viaggiano per lavoro e che fanno spesso tappa a Roma. Un pubblico molto ampio, a cui gli investitori guardano con interesse, aumentando le ricerche online per questo appartamento.

A Napoli domina il monolocale

Di difficile lettura è il mercato immobiliare di Napoli. Il capoluogo campano è un polo universitario prestigioso, una meta turistica famosa in tutto il mondo, un centro residenziale peculiare con dinamiche sui generis. L’analisi delle ricerche online può, allora, offrire qualche spunto per individuare trend e caratteristiche.
Il monolocale è la casa più cercata online per le query relative alla vendita. Per avere un’idea, basti sapere che il minimo è stato toccato a marzo 2020 con comunque oltre 1.000 query, di gran lunga superiore al massimale di qualunque altro taglio. Le ricerche per monolocale in vendita hanno registrato un nuovo apice a marzo 2021, con ben 3.140 query. Ad una successiva discesa è seguito un nuovo aumento, che sembra aver portato il volume di ricerca ad un livello medio superiore rispetto al periodo pre-covid.

Per le altre tipologie di abitazione, l’unico ad avere un volume di ricerca per la vendita superiore all’affitto è l’attico. Sia bilocale che trilocale, infatti, presentano query relative all’affitto nettamente superiori.

Bari, crescono attico e bilocale nelle ricerche online

Bari può essere considerata il corrispettivo meridionale di Trieste. Il capoluogo pugliese, infatti, unisce attrattività turistica, polo universitario e stabilità residenziale. Questa situazione porta ad un mercato immobiliare in fermento, con tante sfaccettature diverse.
A catalizzare le ricerche online relative alla vendita è l’attico. Questo appartamento, dopo l’inevitabile calo dovuto al lockdown, ha avuto una crescita che l’ha portato a volumi di ricerca addirittura superiori al periodo pre-covid. L’apice si è registrato esattamente un anno dopo il picco più basso: 580 query a marzo 2021 rispetto alle 24 di marzo 2020. L’autunno del 2021 mostra una media superiore rispetto a quella del 2019, a significare un rinnovato interesse e un cambio nella modalità di ricerca per questo appartamento

Molto interessanti sono i dati per il bilocale. Se, infatti, le ricerche online per questo appartamento sono concentrate soprattutto per l’affitto, non deve sfuggire la crescita per le query relative alla vendita. Il volume è ancora basso, ma potrebbe essere l’inizio di un nuovo trend immobiliare. Il calo durante il lockdown è stato minimo, mentre la crescita post restrizioni è costante. Settembre e ottobre 2021 hanno registrato oltre 200 query mensili, più del massimale pre covid e del picco raggiunto post lockdown.

Le ricerche immobiliari online a Palermo si concentrano sull’attico

Palermo rappresenta il quinto comune italiano per popolazione. Il capoluogo della Sicilia è una mera turistica di livello internazionale ed è uno degli undici mega-atenei universitari d’Italia. Il mercato immobiliare locale è sicuramente influenzato da questi fattori, che vanno ad aggiungersi ad una costante ricerca per il residenziale.

Non stupisce, allora, che le ricerche immobiliari online per la vendita siano concentrate sull’attico. Si tratta di una tipologia d’abitazione perfetta per godersi lo stile di vita tipico di Palermo e della Sicilia, nonché un asset molto apprezzato per gli investimenti. Le ricerche online hanno visto un calo a marzo 2020 compensato da due nuovi picchi a giungo dello stesso anno e ad aprile 2021. Dopo una nuova discesa, le query sembrano essersi stabilizzate su volumi di ricerca superiori rispetto al periodo pre COVID.

Il secondo appartamento più cercato online per la vendita è il bilocale, che però mantiene un volume di ricerca per affitto nettamente superiore. Situazione opposta per il trilocale, le cui query online sono concentrate sulla vendita. Proprio questo taglio ha registrato picchi superiori alle 200 query mensili tra marzo e aprile 2021 e mostra un trend di crescita a partire da settembre.

Cosa emerge a livello nazionale


Questi dati mostrano come la casa in vendita più cercata online in Italia sia l’attico. Da Nord a Sud, questa tipologia di abitazione domina le query immobiliari relative alla vendita e quindi all’acquisto, con un bassissimo volume di ricerca per l’affitto.
Sorprendenti sono invece i dati per gli altri tagli. Se per il monolocale era lecito aspettarsi una predominanza dell’affitto rispetto alla vendita, lo stesso non si può dire per bilocale e trilocale. Il primo, infatti, viene visto come un appartamento di passaggio e temporaneo, mentre bilocale e trilocale sono comunemente considerati case in cui stabilirsi definitivamente. Invece, per il bilocale il volume di ricerca per l’affitto è superiore a quello relativo alla vendita in tutte le principali città italiane. Milano, Bologna, Roma, Napoli vedono un maggior numero di query relative all’affitto anche per il trilocale, casa per famiglia per eccellenza.

A livello generale emerge un dato molto interessante. I volumi di ricerca medi, sia per la vendita che per l’affitto, hanno registrato un aumento rispetto al periodo pre-pandemico. Questo dimostra come il COVID non abbia solo cambiato le esigenze abitative ma abbia trasformato proprio il modo di cercare casa. La ricerca immobiliare è passata su Internet, il mercato si è digitalizzato.


Condividi